Multimedia

Palestina: diritto al ritorno, da 70 anni in attesa

Palestina – Il 14 maggio 1948, più di 760mila palestinesi – ora stimati in numero di quasi cinque milioni con i loro discendenti – furono cacciati dalle loro case perché costretti a dar spazio ad uno Stato illegale nato per questioni geopolitiche. Da quell’anno, Israele ha sempre negato ai rifugiati palestinesi il diritto di ritorno alle proprie terre, nonostante le svariate risoluzioni delle Nazioni Unite.

Dopo oltre 70 anni di occupazione, in Palestina si continua a chiedere a gran voce che gli sia riconosciuto il diritto al ritorno, ma, come spesso è successo, il regime israeliano risponde con sangue e terrore.

di Redazione

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Back to top button
Close
Close

IlFaroSulMondo.it usa i cookies, anche di terze parti. Ti invitiamo a dare il consenso così da proseguire al meglio con una navigazione ottimizzata. maggiori informazioni

Le attuali impostazioni permettono l'utilizzo dei cookies al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le tue impostazioni dei cookies o cliccando "OK, accetto" nel banner in basso ne acconsenterai l'utilizzo.

Chiudi