L’avanzata jihadista in Iraq scuote anche il nord del Libano

Visualizzazioni : 12

di Giovanni Sorbello

I recenti sviluppi in Iraq hanno suscitato uno scossone anche negli ambienti islamisti nel nord del Libano. Quello che è successo nel nord dell’Iraq ha spinto i gruppi radicali ad immaginare uno scenario simile nel nord del Paese dei cedri.

Da diversi anni oramai i gruppi radicali islamici, soprattutto quelli salafiti, si stanno preparando a scatenare un conflitto nel nord del Libano. L’intenzione di stabilire un emirato islamico non è assolutamente nuova. Le sue radici risalgono agli eventi che hanno avuto luogo nella regione di Dinniyeh all’inizio del 2000 e nel campo profughi palestinese di Nahr al-Bared nel 2007, quando Fatah al-Islam attacco l’esercito libanese scatenando un conflitto che causò centinaia di vittime.

Le loro ambizioni hanno subito una battuta d’arresto dopo gli ultimi sviluppi militari in Siria, che hanno visto l’esercito siriano avere la meglio sui miliziani “ribelli”. Fonti vicine ai gruppi islamisti ritengono che sia improbabile che si possa ripetere lo stesso scenario iracheno nel nord del Libano, perché “le circostanze e i mezzi a disposizione sono totalmente differenti”.

Tra i maggiori sostenitori e finanziatori di queste cellule terroristiche troviamo il Movimento Futuro del rampollo filosaudita di Hariri. La situazione però è cambiata negli ultimi mesi, da quando questi gruppi hanno preferito uscire dal controllo del movimento Futuro e diventare assoluti protagonisti della scena, con la consapevolezza che gli aiuti dall’Arabia Saudita arrivano comunque.

A conferma del coinvolgimento del partito di Hariri, giorni fa sono stati arrestati tre uomini della stessa famiglia nella città di al-Qalamoun, considerati alti dirigenti del Movimento del Futuro, con l’accusa di legami con lo Stato islamico in Iraq e Siria (Isis). Nella loro abitazione sono state sequestrate anche armi e munizioni.

Le forti tensioni regionali fanno vivere la popolazione libanese nella paura e nel terrore, consapevoli che una nuova guerra civile potrebbe investire l’intero popolo libanese.

IlFaroSulMondo.it usa i cookies, anche di terze parti. Ti invitiamo a dare il consenso così da proseguire al meglio con una navigazione ottimizzata. maggiori informazioni

Le attuali impostazioni permettono l'utilizzo dei cookies al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le tue impostazioni dei cookies o cliccando "OK, accetto" nel banner in basso ne acconsenterai l'utilizzo.

Chiudi