Discover Iran

Iran, scoperti tre siti millenari nel sud-est

Iran – Tre siti millenari sono stati scoperti alla periferia di Shahr-e Sukhteh (Burnt City), patrimonio dell’Unesco, che si trova nella provincia del Sistan-Baluchestan, nel sud-est dell’Iran.

“Tre siti archeologici sono stati trovati alla periferia di Shahr-e Sukhteh (città bruciata) nella parte settentrionale della provincia e la loro antichità risale al 5° millennio a.C. e al 3° millennio a.C.”, ha annunciato mercoledì il direttore del turismo provinciale, Alireza Jalalzai. I siti sono stati scoperti durante un progetto di posa del gasdotto e finora nessuna struttura in rovina è stata identificata.

Un piano di demarcazione sarà presto attuato per definire i confini storici per i siti prima che riprenda il funzionamento del gasdotto.

Fondata intorno al 3200 a.C., la città bruciata fu popolata durante quattro periodi principali fino al 1800 a.C. I precedenti cicli di scavi hanno dimostrato che i suoi abitanti avevano grandi capacità nella tessitura, nella creazione di belle arti come oggetti decorativi, sculture in pietra e pittura su ceramica.

Chiamata in persiano Shahr-e Sukhteh, la città bruciata si trova nella provincia del Sistan-Baluchestan che un tempo era un incrocio delle rotte commerciali dell’età del bronzo che attraversavano l’altopiano iraniano. Shahr-e Sukhteh è associata a quattro cicli di civiltà, tutti segnati da catastrofici incendi.

di Redazione

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Back to top button
Close
Close

IlFaroSulMondo.it usa i cookies, anche di terze parti. Ti invitiamo a dare il consenso così da proseguire al meglio con una navigazione ottimizzata. maggiori informazioni

Le attuali impostazioni permettono l'utilizzo dei cookies al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le tue impostazioni dei cookies o cliccando "OK, accetto" nel banner in basso ne acconsenterai l'utilizzo.

Chiudi