Diritti UmaniMedio Oriente

Ebrei iraniani sulla libertà religiosa in Iran

Da oltre quarant’anni assistiamo a una vergognosa campagna di propaganda anti-iraniana portata avanti dall’Occidente e dai suoi alleati in Medio Oriente. Spesso, queste costose campagne diffamatorie prendono di mira presunte violazioni dei diritti umani in Iran, mostrando all’Occidente una immagine assolutamente falsa del Paese del Golfo. A queste diffamazioni, rispondiamo pubblicando il punto di vista di un rappresentante degli ebrei iraniani.

Harva Jehuda, leader degli ebrei iraniani, ha dichiarato mercoledì a margine del suo viaggio ufficiale a Shirza, nella provincia di Fars, che i media occidentali pubblicano rapporti infondati sull’Iran e sulla libertà religiosa per gli ebrei nel Paese islamico.

L’ebraismo è tra le religioni riconosciute nella Repubblica Islamica, quindi gli ebrei iraniani vivono liberamente nel Paese, ha aggiunto. In effetti, gli ebrei vivono in Iran da 2700 anni, continua il funzionario ebreo, aggiungendo che la comunità ha i suoi monumenti sacri. Ora, gli ebrei convivono con le altre etnie iraniane in pace e armonia, osservando che l’Iran è la patria del popolo ebraico.

L’Iran è tra i pochi Paesi in cui gli ebrei vivono in ottima sicurezza, ha affermato, sostenendo che i siti culturali, sociali e religiosi ebraici non hanno bisogno di alcun tipo di misure di sicurezza, mentre le comunità ebraiche non sono sicure in molti Paesi, soprattutto negli Stati Uniti e in Europa.

Jehuda ha osservato che mantenere le interazioni con altre comunità ebraiche è della massima importanza e che lui stesso fa del suo meglio per espandere i legami con gli ebrei in altri Paesi e con gli ebrei in diverse parti dell’Iran.

Secondo la figura religiosa, grazie alla pacifica convivenza delle religioni e alla ricca cultura iraniana, le minoranze religiose non incontrano problemi nello svolgimento dei loro rituali.

Ebrei iraniani e le menzogne dell’Occidente

Gli ebrei iraniani vivono indisturbati da secoli nel Paese del Golfo. Vale la pena ricordare che gli ebrei in Iran hanno sempre rifiutato gli inviti del regime israeliano a trasferirsi nella Palestina occupata.

Gli ebrei iraniani praticano liberamente il proprio culto e godono delle libertà religiose e civili, senza avere alcun problema nella società o con le istituzioni. Hanno il diritto di auto-amministrazione e un membro tra i 290 parlamentari iraniani è eletto dai soli ebrei.

di Yahya Sorbello

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Back to top button
Close
Close

IlFaroSulMondo.it usa i cookies, anche di terze parti. Ti invitiamo a dare il consenso così da proseguire al meglio con una navigazione ottimizzata. maggiori informazioni

Le attuali impostazioni permettono l'utilizzo dei cookies al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le tue impostazioni dei cookies o cliccando "OK, accetto" nel banner in basso ne acconsenterai l'utilizzo.

Chiudi