Medio Oriente

Ansarullah: 50mila bambini yemeniti muoiono ogni anno

Il movimento di Resistenza yemenita Ansarullah ha affermato giovedì scorso che la lunga guerra a guida saudita e il blocco imposto sul Paese arabo hanno aumentato il tasso di mortalità infantile in modo allarmante. L’aggressione militare saudita in corso contro lo Yemen ha alimentato carestia, povertà e malattie, causando la morte di 50mila bambini ogni anno, molti dei quali hanno meno di un mese.

Ansarullah a difesa del popolo yemenita

L’Arabia Saudita e i suoi alleati hanno lanciato una micidiale aggressione militare contro lo Yemen nel marzo del 2015, nel tentativo di reinsediare un precedente regime appoggiato da Riyadh ed eliminare il movimento Houthi Ansarullah, che ha difeso il Paese insieme alle forze armate. L’offensiva appoggiata dall’Occidente, unita a un blocco navale, ha distrutto le infrastrutture del Paese, causando la peggiore crisi umanitaria del mondo. I bambini sono tra le vittime più vulnerabili della guerra saudita contro lo Yemen, ma la questione non ha quasi mai suscitato alcuna risposta internazionale.

Nel febbraio dello scorso anno, il capo delle Nazioni Unite, Antonio Guterres, ha affermato che decine di migliaia di bambini di età inferiore ai cinque anni sono morti di fame nello Yemen da quando l’Arabia Saudita e diversi suoi alleati hanno lanciato la loro aggressione. Lo scorso novembre, il ministro yemenita della Sanità pubblica, Taha al-Mutawakel, ha annunciato che ogni dieci minuti un bambino di età inferiore ai cinque anni muore di fame.

L’immobilismo complice della comunità internazionale

Il portavoce del ministero della Salute dello Yemen, Saif al-Hadri, ha criticato l’inazione della comunità internazionale, affermando che nessuna delle principali potenze globali ha preso alcuna seria iniziativa per costringere l’Arabia Saudita a revocare l’assedio economico e ad adoperarsi per porre fine alla guerra. Hadri ha descritto la situazione dei bambini dello Yemen come “disastrosa”, sottolineando che “circa cinque milioni e mezzo di bambini di età inferiore ai cinque anni soffrono di malnutrizione. Duecentomila donne in gravidanza hanno dato alla luce bambini malnutriti”, ha aggiunto il portavoce.

L’aggressione saudita ha costretto milioni di civili yemeniti a fuggire dalle loro case, mentre 24,1 milioni – oltre i due terzi della popolazione yemenita – sono bisognosi di assistenza umanitaria, tra cui oltre 12 milioni sono bambini. Il Progetto di localizzazione degli eventi e dei conflitti armati con sede negli Stati Uniti, un’organizzazione no profit di ricerca sui conflitti, stima che la guerra abbia causato oltre 91mila vittime negli ultimi quattro anni e mezzo.

Migliaia di civili bisognosi di cibo, medicine e riparo  

Il Comitato Internazionale della Croce Rossa ha dichiarato questa settimana che la guerra saudita ha spostato decine di migliaia di persone, costringendole a trasferirsi nella città settentrionale di Ma’rib, nello Yemen, dove si trovano senza cibo, alloggio e accesso alle cure mediche. È doveroso ricordare che dietro questi orrendi crimini troviamo le mani sporche di sangue di un Occidente complice.

di Yahya Sorbello

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Back to top button
Close
Close

IlFaroSulMondo.it usa i cookies, anche di terze parti. Ti invitiamo a dare il consenso così da proseguire al meglio con una navigazione ottimizzata. maggiori informazioni

Le attuali impostazioni permettono l'utilizzo dei cookies al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le tue impostazioni dei cookies o cliccando "OK, accetto" nel banner in basso ne acconsenterai l'utilizzo.

Chiudi