Medio OrientePrimo Piano

Yemen: Emirati Arabi Uniti reclutano bambini soldato

Gli Emirati Arabi Uniti reclutano bambini e adolescenti di età inferiore ai 18 anni per scopi sospetti, secondo quanto riferito lunedì da fonti locali nello Yemen.

Le fonti hanno confermato che il Socotra Training Center, finanziato dalla Fondazione Khalifa degli Emirati Arabi Uniti, ha pubblicato manifesti pubblicitari che invitano le persone di età inferiore ai 18 anni a partecipare a programmi di formazione gratuiti sotto la supervisione di formatori provenienti da Ucraina, Italia e Sudan.

Questi inviti sono stati accolti con preoccupazione e timore da parte dei genitori, tra gli avvertimenti sulle intenzioni degli Emirati Arabi Uniti di reclutare bambini con l’obiettivo di stabilire milizie armate a loro fedeli sull’isola.

Ciò avviene dopo che lo scorso giugno le milizie del Consiglio di transizione meridionale, sostenute dagli Emirati Arabi Uniti, hanno preso il controllo di Hadeboh, la capitale dell’isola di Socotra, espellendo i militanti fedeli all’amministrazione Hadi.

Yemen: poteva mancare Israele?

Questa settimana, gli Emirati Arabi Uniti hanno trasferito dozzine di mercenari da Dhalea e Yafaa al porto di Al-Shihar, nella provincia di Hadhramaut. Gli Emirati Arabi Uniti hanno trasformato l’isola di Socotra in una base militare navale che, alla vigilia della dichiarazione delle relazioni tra Emirati Arabi Uniti e Israele, avrebbe persino iniziato a installare una rete di comunicazioni militari per la marina israeliana sull’isola.

Giovedì scorso, il regime emiratino ha trasferito segretamente esperti israeliani e attrezzature militari avanzate attraverso navi da guerra fino al porto recentemente stabilito sull’isola di Socotra.

Le fonti hanno indicato che gli Emirati Arabi Uniti hanno trasportato l’equipaggiamento militare israeliano tramite navi appartenenti alla Fondazione Khalifa, al fine di completare il processo di creazione di una base militare sull’isola.

L’attrezzatura, destinata alla rete di telecomunicazioni della marina israeliana, è stata trasferita dalla base israeliana Mamtam al porto di Abu Dhabi, prima di essere trasferita al porto di Socotra.

Le fonti hanno indicato che il carico delle navi emiratine in arrivo a Socotra non è stato soggetto a ispezione, compresa la nave Astra, che ha scaricato attrezzature militari nel porto di Dilisha, situato a soli tre chilometri a est del porto di Socotra.

di Yahya Sorbello

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Back to top button
Close
Close

IlFaroSulMondo.it usa i cookies, anche di terze parti. Ti invitiamo a dare il consenso così da proseguire al meglio con una navigazione ottimizzata. maggiori informazioni

Le attuali impostazioni permettono l'utilizzo dei cookies al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le tue impostazioni dei cookies o cliccando "OK, accetto" nel banner in basso ne acconsenterai l'utilizzo.

Chiudi