Tremilioni tra donne e neonati muoiono ogni anno

donne-neonati
Visualizzazioni : 44

Le morti nel mondo tra bambini e donne sono diminuite drasticamente negli ultimi decenni, ma le nuove statistiche delle Nazioni Unite pubblicate la scorsa settimana mostrano progressi ineguali, con più di cinque parti al minuto che si concludono in tragedia. Due rapporti di diverse agenzie delle Nazioni Unite hanno mostrato chiari progressi globali nella riduzione del numero di donne incinte o neomamme e bambini piccoli che muoiono ogni anno, indicando un migliore accesso a servizi sanitari di qualità accessibili.

“Nei Paesi che offrono a tutti servizi sanitari sicuri, convenienti e di alta qualità, donne e bambini sopravvivono e prosperano”, ha dichiarato il capo dell’Organizzazione mondiale della sanità, Tedros Adhanom Ghebreyesus in una nota. Dall’inizio del secolo, lo scorso anno il numero di morti tra i bambini di età inferiore ai cinque anni è stato ridotto quasi della metà a circa 5,3 milioni in tutto il mondo. 

Quasi la metà di questi decessi è avvenuta durante il primo mese di vita, il che significa che circa settemila neonati sono morti ogni singolo giorno dell’anno scorso. Allo stesso tempo, il numero di donne che muoiono a causa di complicazioni durante la gravidanza e il parto è diminuito di oltre un terzo a circa 295mila nel 2017, rispetto ai 451mila del 2000. Mentre questo segna un enorme miglioramento, circa 800 donne sono morte ogni giorno a causa di complicazioni durante la gravidanza e il parto nel 2017, riportano i dati delle Nazioni Unite.

Complessivamente, le statistiche rivelano che circa 2,8 milioni di donne e neonati muoiono ogni anno, principalmente per cause prevenibili. “In tutto il mondo, la nascita è un’occasione gioiosa. Eppure, ogni 11 secondi, una nascita è una tragedia familiare”, ha dichiarato il capo dell’agenzia per l’infanzia delle Nazioni Unite, Henrietta Fore.”Un abile paio di mani per aiutare le madri e i neonati nel periodo della nascita, insieme ad acqua pulita, un’alimentazione adeguata, medicine di base e vaccini, può fare la differenza tra vita e morte”, ha concluso Fore.

di Giovanni Sorbello

lascia un commento

IlFaroSulMondo.it usa i cookies, anche di terze parti. Ti invitiamo a dare il consenso così da proseguire al meglio con una navigazione ottimizzata. maggiori informazioni

Le attuali impostazioni permettono l'utilizzo dei cookies al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le tue impostazioni dei cookies o cliccando "OK, accetto" nel banner in basso ne acconsenterai l'utilizzo.

Chiudi