Myanmar, il massacro “metodico” dei Rohingya

Visualizzazioni : 70

L’importante gruppo internazionale per i diritti umani Human Rights Watch ha pubblicato un rapporto che descrive le uccisioni “sistematiche” commesse a fine agosto dall’esercito del Myanmar e lo stupro di centinaia di musulmani Rohingya nel villaggio di Tula Toli a Rakhine. 

Human Rights Watch ha sottolineato che la “crudele efficienza” del raid indica che potrebbe solo avvenire con una pianificazione anticipata. Il gruppo per i diritti umani ha aggiunto che la repressione rappresenta una nuova testimonianza della campagna militare di pulizia etnica del Myanmar. Come risultato della repressione, oltre 600mila musulmani Rohingya sono stati costretti a fuggire nel vicino Bangladesh. L’esercito del Myanmar blocca ancora l’accesso di attivisti per i diritti e giornalisti nella zona del conflitto nello Stato settentrionale del Rakhine.

Almeno novemila persone Rohingya hanno perso la vita in Myanmar tra il 25 agosto e il 24 settembre. Un sondaggio sulla mortalità condotto da Medici Senza Frontiere (Msf) ha rilevato che ogni giorno 216 persone sono state uccise nello stato di Rakhine. Oltre il 71% delle morti riportate sono state causate da violenze e si stima che almeno 6.700 Rohingya siano stati uccisi, compresi 730 bambini di età inferiore ai cinque anni.

Il commissario Ue, Christos Stylianides ha dichiarato giorni fa che fra i rifugiati Rohingya vi sono almeno 40mila minori non accompagnati, fuggiti in Bangladesh quando a fine agosto sono scoppiate le violenze in Myanmar. Sono oltre 600mila i Rohingya costretti a lasciare lo stato del Rakhine nell’arco di poche settimane, in quella che Stylianides ha descritto come la crisi più grave da decenni.

di Redazione

lascia un commento

IlFaroSulMondo.it usa i cookies, anche di terze parti. Ti invitiamo a dare il consenso così da proseguire al meglio con una navigazione ottimizzata. maggiori informazioni

Le attuali impostazioni permettono l'utilizzo dei cookies al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le tue impostazioni dei cookies o cliccando "OK, accetto" nel banner in basso ne acconsenterai l'utilizzo.

Chiudi