Mercato delle armi ed equilibri internazionali

Visualizzazioni : 29

di Redazione

La politica estera di Parigi, sistematicamente orientata a favorire gli interessi delle Monarchie del Golfo, continua a dare i suoi frutti a suon di petrodollari.

È di pochi giorni fa l’annuncio, fatto direttamente dal presidente Hollande, di una mega commessa per la fornitura all’Egitto di 24 caccia Rafale, oltre a una fregata Fremm, missili ed altro ancora al prezzo francamente salato di 5 Mld, coperti da Arabia Saudita ed Emirati; in questi giorni, a Idex, il salone internazionale della difesa che si tiene ad Abu Dhabi dal 22 al 26 febbraio, circola la notizia che gli Emirati si stiano orientando ad acquistare anch’essi i Rafale francesi, già esclusi dalla gara internazionale che si era conclusa nel Paese del Golfo nel 2012.

Per la Francia e per la Dassault (la ditta costruttrice dell’aereo) i due contratti risultano essenziali perché, fallita la massiccia fornitura all’India, in stand-by da tre anni, le due commesse rappresentano i primi ordini all’export del caccia transalpino, garantendo la funzionalità del programma che, senza di essi, avrebbe raggiunto costi stratosferici per le casse di Parigi, unico acquirente.

A parte il più che “generoso” contratto con l’Egitto, quello di cui si ha notizia all’Idex è un autentico regalo fatto alla Francia, considerato che dovrebbe sostituire una flotta di moderni Mirage 2000-9 perfettamente efficienti. Un modo come un altro di pagare con un fiume di petrodollari chi si è dimostrato un fedele scudiero, sempre pronto a sostenere all’Onu (all’occorrenza anche col diritto di veto) e in tutte le sedi diplomatiche gli interessi di Arabia Saudita e compagnia.   

IlFaroSulMondo.it usa i cookies, anche di terze parti. Ti invitiamo a dare il consenso così da proseguire al meglio con una navigazione ottimizzata. maggiori informazioni

Le attuali impostazioni permettono l'utilizzo dei cookies al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le tue impostazioni dei cookies o cliccando "OK, accetto" nel banner in basso ne acconsenterai l'utilizzo.

Chiudi