Italia: mega commessa di Fincantieri con il Qatar

Visualizzazioni : 36

di Redazione

Giovedì, a Roma, è stato siglato un Memorandum of Understanding (MoU) fra il ministro della Difesa Pinotti e il suo omologo del Qatar Al-Attiyah, ed i relativi accordi industriali fra la Difesa qatarina e Fincantieri e Mbda Italia, che prevede la fornitura al Paese del Golfo di 7 unità navali: 4 grosse corvette (in pratica fregate leggere), 1 Lpd (Landing Platform Dock) anfibia e 2 pattugliatori Opv (Offshore Patrol Vessel). Negli accordi è compreso anche il supporto logistico e la formazione e l’addestramento degli equipaggi.

Si tratta della più grande commessa mai siglata dal Sistema Italia, il cui valore complessivo s’aggira sui 5 Mld di euro, di cui almeno 3,8 spettanti a Fincantieri. Per chiuderlo l’Italia ha scalzato la Francia, che ha premuto fino all’ultimo per piazzare 3 fregate Fremm versione Extended Range, assai più grandi e costose delle corvette italiane.

Si è trattato di una lunga competizione, che ha visto impegnati sia i vertici delle aziende che il Governo italiano; ad assicurare la commessa hanno contribuito fortemente le tensioni crescenti fra Parigi e Doha, a causa dell’impegno francese in Libia al fianco del generale Khalifa Haftar, uomo di Al-Sisi e nemico giurato delle milizie sostenute dal Qatar.

Questo è il secondo successo di esportazione nell’area, dopo la recente commessa siglata con il Kuwait per la fornitura di 28 Eurofighter Typhoon, compreso un pacchetto completo di assistenza, formazione e pezzi di rispetto, del valore fra i 7 e gli 8 Mld, di cui la quota italiana di Leonardo-Fimeccanica, in quanto capocommessa e aggiudicataria del contratto, è di oltre il 50%.

Resta tuttavia da vedere quali contropartite possano essere chieste dai Paesi del Golfo per questi contratti, che hanno sempre risvolti politici. È più probabile, tuttavia, che l’Italia sia entrata in gioco come alternativa tecnologicamente credibile a Paesi (vedi la Francia) che sul palcoscenico internazionale stanno dando prova di eccessiva spregiudicatezza, schierandosi scopertamente (e pesantemente) per l’una o l’altra parte nelle tante crisi in atto, e pensando di non dover pagare per questi repentini cambi di fronte.

IlFaroSulMondo.it usa i cookies, anche di terze parti. Ti invitiamo a dare il consenso così da proseguire al meglio con una navigazione ottimizzata. maggiori informazioni

Le attuali impostazioni permettono l'utilizzo dei cookies al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le tue impostazioni dei cookies o cliccando "OK, accetto" nel banner in basso ne acconsenterai l'utilizzo.

Chiudi