PalestinaPrimo Piano

Libano. Alleanze e strategie nella galassia salafita

di Giovanni Sorbello

Il quotidiano kuwaitiano “al-Rai” ha pubblicato oggi la notizia che Abu Mohammad al-Julani, capo del Fronte al-Nusra in Siria ha nominato lo sceicco radicale salafita, Ahmad al-Assir a capo della filiale di al-Nusra in Libano.

Assir e il suo gruppo di seguaci hanno lasciato la loro città natale Sidone, per andare a combattere contro l’esercito siriano nella zona di Qalamoun, situato nei pressi dei confini libanesi.

Lo scorso anno dopo un attacco dei miliziani di Assir contro una postazione dell’esercito libanese a Sidone, si scatenarono violenti scontri che portarono alla morte di 18 soldati libanesi e 28 miliziani salafiti, con la conseguente fuga dalla città dello sceicco con la sua stretta cerchia di collaboratori.

Il Fronte al-Nusra è il principale rappresentante di al-Qaeda nella guerra in Siria ed è uno dei principali alleati del Libero esercito siriano, che sta combattendo per rovesciare il legittimo governo siriano.

Il documento pubblicato da “al-Rai” riferisce che i seguaci di Assir sono stati coinvolti anche nella recente ondata di attentati terroristici a sud di Beirut. Il gruppo è attivo nei campi profughi palestinesi, nella città di Sidone e in altre zone nel nord del Paese.

Il quotidiano kuwaitiano afferma anche che alcuni dei membri arrestati delle Brigate Abdullah Azzam, altro gruppo terroristico affiliato ad al-Qaeda, hanno confermato la nascita di un nuovo fronte comune con i miliziani di al-Assir. Le Brigate Azzam Brigades hanno rivendicato l’attentato contro l’ambasciata iraniana a Beirut nel novembre 2013.

 

 

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close

IlFaroSulMondo.it usa i cookies, anche di terze parti. Ti invitiamo a dare il consenso così da proseguire al meglio con una navigazione ottimizzata. maggiori informazioni

Le attuali impostazioni permettono l'utilizzo dei cookies al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le tue impostazioni dei cookies o cliccando "OK, accetto" nel banner in basso ne acconsenterai l'utilizzo.

Chiudi