Le prossime elezioni europee come un vero spauracchio per l’attuale classe dirigente

Visualizzazioni : 18

di Mauro Indelicato

Le europee si avvicinano sempre di più e, quello che ogni 5 anni diventava un rituale sempre più snobbato, con percentuale di votanti sempre inferiore al 50%, nella prossima primavera potrebbero rappresentare un autentico spauracchio per l’elite finanziario/politica che controlla questa fantomatica istituzione con sede a Bruxelles (ma, non si capisce perchè, con il parlamento a Strasburgo).

Orban in Ungheria, Alba Dorata in Grecia, il Fronte Nazionale in Francia, gli indipendentisti catalani in Spagna, persino il ritorno al governo dei comunisti in Repubblica Ceca ed il rebus del Movimento Cinque Stelle (formazione però sempre più ambigua) in Italia, sono solo alcuni degli esempi di come l’avanzata di ciò che un tempo era etichettato come antagonista per isolarlo dal contesto istituzionale, sembra davvero inarrestabile e, da qui ad aprile, questi movimenti potrebbero crescere sempre di più.

Insomma, per la prima volta il parlamento di Strasburgo potrebbe essere composto da formazioni politiche contrarie alla direzione intrapresa da quaranta’anni a questa parte dalla fantomatica Unione Europea.

Sembrano lontani i tempi in cui gli unici antagonisti, si fa per dire, in seno a Strasburgo erano la Lega Nord e qualche deputato del BNP o dell’ancora minoritaria del Fronte Nazionale francese. Da aprile, i due grossi blocchi europeisti (Il Partito Popolare Europeo ed il Partito Socialista Europeo) che da sempre si dividono poltrone ed incarichi in quel di Strasburgo, potrebbero avere una grossa mazzata ed essere costretti, come avviene nei vari parlamenti nazionali, ad unirsi se non vogliono perdere l’effimero ma significativo potere dato a loro dal diritto comunitario.

Forse, a livello pratico, vista la poca importanza da sempre assunta nell’immaginario collettivo dal Parlamento Europeo, cambierebbe poco o nulla, ma politicamente sarebbe il segnale di un grosso risveglio collettivo dell’Europa contro le becere e criminali politiche susseguite nelle ultime decadi. Insomma, mai come prima le europee del 2014 susciteranno tanto interesse e saranno tanto strategiche.

lascia un commento

IlFaroSulMondo.it usa i cookies, anche di terze parti. Ti invitiamo a dare il consenso così da proseguire al meglio con una navigazione ottimizzata. maggiori informazioni

Le attuali impostazioni permettono l'utilizzo dei cookies al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le tue impostazioni dei cookies o cliccando "OK, accetto" nel banner in basso ne acconsenterai l'utilizzo.

Chiudi