Medio OrientePrimo Piano

La Russia cancella gran parte del debito di Cuba

di Mauro Indelicato

La notizia è stata confermata nei giorni scorsi: Mosca ha deciso di tagliare lo storico debito con Cuba, nel tentativo di dar respiro all’affannata economia dell’isola.

Il debito, di circa 30 miliardi di Dollari, risaliva ai tempi dell’Unione Sovietica, quando il regime di Fidel Castro, per evitare la bancarotta, prese a prestito un’enorme quantità di denaro dal governo di Mosca di allora; adesso, il 90% di questa enorme quantità di debito, è stata del tutto annullata dal governo presieduto da Vladimir Putin. A L’Havana, restano da pagare quindi 3 miliardi di Euro in 10 anni; un gesto, quello della Russia, estremamente significativo e che apre nuovi scenari della presenza di Mosca nell’area caraibico – sudamericana, appassita negli anni successivi al crollo del regime sovietico.

Per Cuba è una boccata d’ossigeno, l’economia dell’isola infatti è fortemente influenzata dal debito pubblico e dall’esposizione debitoria verso altri Stati.

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close

IlFaroSulMondo.it usa i cookies, anche di terze parti. Ti invitiamo a dare il consenso così da proseguire al meglio con una navigazione ottimizzata. maggiori informazioni

Le attuali impostazioni permettono l'utilizzo dei cookies al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le tue impostazioni dei cookies o cliccando "OK, accetto" nel banner in basso ne acconsenterai l'utilizzo.

Chiudi