Karbala, leader tribali porgono scuse all’Iran

Karbala
Visualizzazioni : 65

I leader tribali nella città irachena meridionale di Karbala durante un incontro avvenuto mercoledì con il console generale iraniano Mir Masoud Hosseinian, hanno esteso le loro scuse per i recenti attacchi al consolato iraniano. Si sono scusati con la nazione e il governo iraniani per i recenti attacchi contro la sede diplomatica della Repubblica islamica nella città santa irachena. I leader tribali hanno affermato che gli aggressori non possono interrompere le relazioni fraterne e forti tra gli iraniani e il popolo di Karbala, aggiungendo che Teheran ha resistito con gli iracheni durante i periodi difficili. Da parte sua, Hosseinian ha sottolineato che l’incidente non avrebbe influenzato i legami di Baghdad-Teheran e ha espresso la speranza che i disordini in Iraq finiscano presto.

L’attacco al consolato iraniano di Karbala

Domenica sera, un gruppo di cosiddetti manifestanti/mercenari ha attaccato le barriere di cemento che circondano il consolato iraniano di Karbala e scritto frasi scurrili sui suoi muri perimetrali. Altri manifestanti hanno anche lanciato pietre e bruciato pneumatici attorno all’edificio del consolato iraniano, spingendo le forze di sicurezza irachene a sparare in aria per disperdere la folla. Fonti locali hanno riferito che un elemento iracheno affiliato al partito Baath è stato arrestato per l’attacco, ma non vi è ancora stata alcuna conferma da parte dei funzionari iracheni.

Martedì scorso, il ministero degli Esteri iraniano ha espresso preoccupazione per i pericoli che minacciano le missioni diplomatiche in mezzo agli scontri in Iraq, invitando Baghdad ad aumentare le misure di sicurezza. Il portavoce del ministero degli Esteri iraniano Seyed Abbas Mousavi ha condannato con fermezza l’attacco al consolato iraniano a Karbala. Il portavoce ha aggiunto che la Repubblica islamica “ha trasmesso le sue preoccupazioni al governo ospitante attraverso canali politici e ha sottolineato l’importanza di garantire la sicurezza delle missioni diplomatiche e consolari dell’Iran in Iraq nel quadro di regolamenti e convenzioni internazionali”.

di Giovanni Sorbello

lascia un commento

IlFaroSulMondo.it usa i cookies, anche di terze parti. Ti invitiamo a dare il consenso così da proseguire al meglio con una navigazione ottimizzata. maggiori informazioni

Le attuali impostazioni permettono l'utilizzo dei cookies al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le tue impostazioni dei cookies o cliccando "OK, accetto" nel banner in basso ne acconsenterai l'utilizzo.

Chiudi