Italia: continuano ad aumentare le morti sospette del vaccino antinfluenzale

Visualizzazioni : 31

di Cristina Amoroso

“Continuano ad arrivare altre segnalazioni di eventi avversi gravi e in alcuni casi anche di decessi”. A parlare è Luca Pani, direttore generale dell’Aifa (Agenzia Italiana del Farmaco), a margine del Congresso della Società Italiana di Medicina Generale svolto a Firenze. Lo stesso Luca Pani però ha tenuto a ribadire che ad oggi “non c’è nessuna relazione diretta tra la vaccinazione e l’evento”. Invitando quindi la popolazione alla calma, perché “la fobia conta molto in questo momento”.

Il commissario dell’Istituto Superiore di Sanità, Walter Ricciardi, anche lui a Firenze per il congresso Simg ha dichiarato che “saranno pronti tra 30 giorni i risultati definitivi dei test in corso all’Istituto superiore di Sanità sui vaccini antinfluenzali, sotto osservazione dopo la morte di 5 persone.
Ricciardi ha inoltre sottolineato come le procedure messe in atto dall’Aifa nel bloccare i lotti sospetti e nel seguire le segnalazioni di farmacovigilanza sia “una dimostrazione che il sistema funziona in Italia. Al di là di tutte le difficoltà”. Per questo “i cittadini devono stare tranquilli. La campagna vaccinale non deve essere abbandonata, perché i rischi legati alla mancata profilassi sono elevati. Ogni anno contiamo 8mila morti per complicanze nonostante la vaccinazione. Immaginiamo cosa potrebbe accadere senza vaccino”.

Queste le notizie ufficiali, resta il fatto che sabato mattina erano 11 le segnalazioni di morti sospette per l’uso antinfluenzale Fluad della Novartis. Alla segnalazione dei primi quattro eventi avversi gravi o fatali (tre decessi), verificatesi in concomitanza temporale con la somministrazione di dosi provenienti dai due lotti 142701 e 143301, l’Aifa a titolo cautelativo aveva vietato l’utilizzo per due lotti del vaccino. Poi si sono aggiunte altre otto nuove segnalazioni di persone decedute che avevano ricevuto il vaccino dai lotti non bloccati. Ai due decessi sospetti in Lombardia ed uno nel Lazio i nuovi casi sono stati registrati in Sicilia (2), Molise, Puglia (2), Toscana, Emilia Romagna (2).

Nel corso della giornata di sabato, alle 11 segnalazioni di morti sospette se ne sono aggiunte altre tre, due casi in Abruzzo ed una vittima in Piemonte, nel cuneese, un uomo di 68 anni è morto dopo la somministrazione dell’Agrippal S1, un vaccino antinfluenzale prodotto dalla Novartis ma diverso da quello ritirato per le morti sospette, il Fluad.

Se la Novartis, l’azienda che produce il Fluad, assicura che le verifiche “hanno confermato la rispondenza a tutti gli standard produttivi e qualitativi, senza rilevarne alcuna contaminazione”, tali comunicazioni dovrebbero inquietare ancora di più, perché, se è vero che i vaccini erano nella norma, le 14 persone uccise in poco meno di 48 ore, non sono state uccise da una contaminazione nei lotti, ma dagli stessi vaccini.

Sta di fatto che le vaccinazioni si continuano a praticare come fosse una vera e propria manna dal cielo in un vergognoso marketing laddove l’unica manna è per le lobbies della chimica che, oltre a guadagnare miliardi di euro indipendentemente dalla crisi economica, vedono anche aumentare i clienti e i consumatori.

Pressing su aziende sanitarie per vaccini non obbligatori come quello per il papillomavirus, lo squilibrio del sistema immunitario in modo innaturale e l’inoculazione con il vaccino di veleni altamente tossici come i metalli pesanti… vaccini esavalenti somministrati a pochi mesi di vita come vaccinazione primaria promossi dal ministero della Salute, “non bisogna avere paura dei vaccini… occorre farli in massa” poco importa se ci sono effetti avversi sul Sistema Nervoso Centrale… autismo… disturbi cognitivi… Tanto poi il ministero della Salute verserà un assegno bimestrale per tutta la vita, come è successo a un bambino autistico al quale nel 2006 fu iniettato il vaccino esavalente prodotto dalla GlaxoSmithKline.

A quanti altri il ministero della Salute dovrà versare assegni vitalizi per nessi causali tra vaccinazioni e malattie?

IlFaroSulMondo.it usa i cookies, anche di terze parti. Ti invitiamo a dare il consenso così da proseguire al meglio con una navigazione ottimizzata. maggiori informazioni

Le attuali impostazioni permettono l'utilizzo dei cookies al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le tue impostazioni dei cookies o cliccando "OK, accetto" nel banner in basso ne acconsenterai l'utilizzo.

Chiudi