Asse della Resistenza

Irgc: nazioni oppresse ripongono speranza nella Rivoluzione Islamica

Il comandante dell’Irgc della divisione Mohammad Rasulullah, generale di brigata Hassan Hassanzadeh, ha affermato che le nazioni oppresse del mondo ripongono speranza nella Rivoluzione Islamica iraniana nonostante i numerosi tentativi maligni dei Paesi nemici contro di essa.

Intervenendo in una conferenza stampa in occasione del 43° anniversario della vittoria della Rivoluzione Islamica e della commemorazione dell’alba dei dieci giorni (decennio Fajr), il generale di brigata Hassan Hassanzadeh ha dichiarato: “Dopo 43 anni dalla gloriosa vittoria della Rivoluzione Islamica e nonostante tutte le varie cospirazioni del nemico che hanno cercato di offuscarla, la Rivoluzione Islamica dell’Iran è stata attualmente trasformata in un faro di speranza per le nazioni oppresse in cerca di libertà”.

Oggi, le nazioni oppresse del mondo, con la loro speranza riposta nell’Iran, si sono opposte fermamente all’arroganza globale e stanno diventando più forti. Questi Paesi sono al primo posto nel mondo in molte questioni come scienza, conoscenza, campi nucleari e missilistici.

I nemici dell’Iran, in particolare gli Stati Uniti, non hanno lasciato nulla di intentato negli ultimi 43 anni per minare i valori della Rivoluzione Islamica, ma gli iraniani sotto la saggia guida della Rivoluzione Islamica hanno contrastato tutte le loro cospirazioni contro il Paese, ha sottolineato l’ufficiale dell’Irgc.

di Redazione

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Back to top button
Close
Close

IlFaroSulMondo.it usa i cookies, anche di terze parti. Ti invitiamo a dare il consenso così da proseguire al meglio con una navigazione ottimizzata. maggiori informazioni

Le attuali impostazioni permettono l'utilizzo dei cookies al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le tue impostazioni dei cookies o cliccando "OK, accetto" nel banner in basso ne acconsenterai l'utilizzo.

Chiudi