Medio OrientePrimo Piano

Iran: 31° anniversario morte Khomeini

Oggi si celebra il 31° anniversario della morte del fondatore della Rivoluzione Islamica, Imam Khomeini. A differenza degli anni precedenti non si svolgerà la cerimonia commemorativa presso il Mausoleo dell’Imam Khomeini. A causa dei blocchi dettati dalla pandemia di coronavirus, il leader della Rivoluzione islamica, Ayatollah Seyyed Ali Khamenei, si rivolgerà alle persone in videoconferenza. 

Chi era l’Imam Khomeini

L’imam Khomeini (1902-1989), una delle maggiori autorità islamiche del suo tempo e una tra le personalità più influenti della recente storia mondiale, oltre a essere la guida della Rivoluzione Islamica e fondatore della Repubblica Islamica dell’Iran, fu anche gnostico, giurisperito, filosofo, commentatore coranico e poeta.

L’Imam era noto per vivere una vita molto semplice in una casa modesta. Non ha mai lasciato che il potere e la ricchezza prendessero in consegna il suo cuore, riscuotendo affetto, stima e amore dall’umanità intera.

Rispetto delle minoranze

La posizione dell‘Imam Khomeini verso la creazione di un’amicizia tra la costituzione islamica e le minoranze religiose ha avuto successo e ha sempre difeso la libertà di queste minoranze, ha dichiarato Sebuh Sarkisian, arcivescovo della diocesi armena di Teheran. Il religioso armeno ha fatto queste osservazioni durante la cerimonia rituale nella cattedrale di Saint Sarkis.

di Redazione

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Back to top button
Close
Close

IlFaroSulMondo.it usa i cookies, anche di terze parti. Ti invitiamo a dare il consenso così da proseguire al meglio con una navigazione ottimizzata. maggiori informazioni

Le attuali impostazioni permettono l'utilizzo dei cookies al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le tue impostazioni dei cookies o cliccando "OK, accetto" nel banner in basso ne acconsenterai l'utilizzo.

Chiudi