Discover Iran

Iran, in aumento le adozioni di minori

L’adozione di minori è in netto aumento in Iran. Circa duemila bambini vengono adottati ogni anno, 1.700 dei quali sono posti in adozione permanente e 300 in custodia temporanea, ha dichiarato Habibollah Masoudi, vicedirettore dell’Organizzazione Welfare.

A seguito della legge sulla protezione dei bambini e degli adolescenti nell’anno civile iraniano 1392 (marzo 2013-marzo 2014), il numero di casi di adozione è aumentato e duemila bambini vengono messi in adozione ogni anno, alcuni dei quali vengono messi in custodia temporanea, ha spiegato il funzionario.

Per l’adozione, devono essere raggiunti criteri come la salute mentale, la capacità di prendersi cura di un bambino, nessuna dipendenza, nessun casellario giudiziario e cattiva reputazione, nonché un reddito adeguato. L’approccio è il risultato dello studio del processo di adozione in 10 Paesi in tutto il mondo.

Masoudi ha affermato che molti Paesi nel mondo hanno regole più severe per l’adozione rispetto all’Iran. Ad esempio, le violazioni di guida sono considerate per l’adozione. Si ritiene che coloro che commettono violazioni del traffico siano trasgressori della legge e non possano essere buoni genitori.

L’anno scorso, in Iran sono stati adottati 160 bambini che soffrivano di malattie o disabilità. Inoltre, 130 bambini sono stati dati a ragazze single di età superiore ai 30 anni.

In precedenza, l’adozione includeva solo orfani, ma ora anche i bambini i cui genitori sono stati negati dalla custodia permanente della Corte sono soggetti a un’adozione. Montazer Shabr, direttore per gli affari dei bambini dell’Organizzazione per il benessere, ha dichiarato che ci sono 10 candidati per la promozione di ogni bambino nel Paese. Attualmente, circa 2.800 candidati sono in attesa di adozione, la maggior parte dei quali sono genitori che non hanno figli.

Iran, la nuova legge sulle adozioni

Ahmad Khaki, vicedirettore dell’organizzazione per gli Affari sociali di Teheran, ha affermato che il numero di bambini adottati a Teheran è aumentato del 25% rispetto all’anno precedente.

Secondo la Welfare Organization, le leggi sull’adozione e l’affido del Paese risalenti a circa 44 anni fa sono state riviste e modificate nel 2013. All’interno della nuova legge, i bambini possono essere adottati fino a 16 anni mentre la precedente legge afferma che i bambini di età superiore 12 o meno potrebbe essere adottati. Oltre alle famiglie senza figli, ora le famiglie con un figlio e le donne single possono presentare domanda di adozione.

La legge in precedenza autorizzava l’adozione solo per gli orfani, mentre la nuova legge consente l’adozione anche ai bambini con famiglie disfunzionali nel caso in cui il giudice concluda che la nuova famiglia è adatta all’adozione. 

di Yahya Sorbello

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Back to top button
Close
Close

IlFaroSulMondo.it usa i cookies, anche di terze parti. Ti invitiamo a dare il consenso così da proseguire al meglio con una navigazione ottimizzata. maggiori informazioni

Le attuali impostazioni permettono l'utilizzo dei cookies al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le tue impostazioni dei cookies o cliccando "OK, accetto" nel banner in basso ne acconsenterai l'utilizzo.

Chiudi