Medio OrientePrimo Piano

Immigrati: esemplare l’impegno dell’Iran, lo dice Unhcr

Il rappresentante dell’Alto commissario delle Nazioni Unite per i rifugiati (Unhcr) nella Repubblica islamica dell’Iran, Ivo Freijsen, ha affermato che i servizi resi dall’Iran nel campo degli immigrati sono “esemplari e unici nel suo genere”. L’alto funzionario ha fatto queste osservazioni ieri durante il suo incontro con il governatore generale della provincia di Kerman.

Immigrati-IranLa condizione di vita e il sostentamento dei rifugiati nella Repubblica islamica dell’Iran nel periodo delle sanzioni è una delle maggiori preoccupazioni dell’Unhcr. “Sono stati presi provvedimenti efficaci al fine di prevenire le conseguenze negative delle sanzioni sui rifugiati che vivono in Iran”, ha aggiunto Freijsen.

Profughi iracheni in Iran

Il numero di iracheni residenti in Iran è diminuito grazie al ripristino della sicurezza nel Paese confinante. Fino a qualche anno fa c’erano circa 450mila rifugiati iracheni in Iran, ma dopo il ritorno della sicurezza in Iraq, molti di loro sono tornati nel loro Paese. Attualmente ci sono circa 40mila iracheni in Iran.

Profughi afghani in Iran

Dal primo afflusso di profughi afghani quasi quarant’anni fa, l’Unhcr ha lavorato a stretto contatto con il suo principale omologo governativo, il Bureau for Aliens and Foreign Immigrants Affairs (Bafia) del Ministero degli Interni, per assistere e proteggere i rifugiati nel Paese. Nonostante il grande rimpatrio volontario in Afghanistan avvenuto tra il 2002 e il 2005, l’Iran ha assistito a un calo generale del numero di rimpatriati nel loro Paese di origine, in gran parte a causa del continuo deterioramento della sicurezza e della situazione economica in Afghanistan.

Oltre 900mila rifugiati afghani legali vivono attualmente in Iran. “Dei 1,35 milioni di immigrati afghani circa 900mila sono rifugiati e 450mila sono titolari di passaporto, mentre un numero non precisato di persone sono illegali”, ha riferito il vicedirettore dell’Ufficio per gli stranieri e gli immigrati stranieri, Mohammad Ali Salehi Najafabadi. Il funzionario iraniano ha dichiarato che l’Afghanistan come parte del mondo musulmano e un importante vicino dell’Iran. Salehi Najafabadi ha aggiunto che l’Afghanistan è il migliore vicino per l’Iran, e che l’Iran sta cercando di generare una generazione dinamica di afghani per poter tornare nel loro Paese.

Circa il 15 per cento dei rifugiati in Iran, circa 120mila, vivono a Isfahan e quasi la stessa percentuale vive illegalmente nella provincia della città. Nonostante le innumerevoli difficoltà, i profughi in Iran vengono accolti e trattati come cittadini iraniani, avendo a disposizione gli stessi servizi educativi e sanitari.

di Giovanni Sorbello

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Back to top button
Close
Close

IlFaroSulMondo.it usa i cookies, anche di terze parti. Ti invitiamo a dare il consenso così da proseguire al meglio con una navigazione ottimizzata. maggiori informazioni

Le attuali impostazioni permettono l'utilizzo dei cookies al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le tue impostazioni dei cookies o cliccando "OK, accetto" nel banner in basso ne acconsenterai l'utilizzo.

Chiudi