Hamas pronto a rafforzare le relazioni con l’Iran

Visualizzazioni : 79

Il capo del dipartimento delle relazioni internazionale di Hamas, Osama Hamdan ha evidenziato i massicci sostegni dell’Iran per la nazione palestinese affermando che il movimento di Resistenza è disposto ad approfondire i legami con Teheran.

Nel corso di un’intervista rilasciata giorni fa ai media palestinesi, Hamdan ha dichiarato che Hamas è disposto a promuovere i rapporti con tutti i Paesi in linea con gli interessi del popolo palestinese. Ha inoltre elogiato i crescenti legami tra la Repubblica Islamica e Hamas, sottolineando che queste relazioni durano da oltre 25 anni. I sostegni dell’Iran verso i gruppi della Resistenza palestinese sono completamente chiari ed evidenti, ha osservato il funzionario di Hamas.

Accompagnato da una delegazione di Hamas, Hamdan ha recentemente visitato l’Iran per partecipare alla cerimonia di giuramento del presidente iraniano Hassan Rouhani, tenutasi la scorsa settimana a Teheran. La delegazione di Hamas includeva i membri dell’ufficio politico del gruppo, Ezzat al-Resheq, Saleh Arouri e Zaher Jabarin e Osama Hamdan.

Parlando ad una riunione con la delegazione di Hamas a Teheran, il ministro degli Esteri iraniano Mohammad Javad Zarif ha sottolineato che l’Iran è deciso a continuare a sostenere la causa palestinese e la Resistenza anti-israeliana. “La politica islamica dell’Iran sulla Palestina è principiale e immutabile”, ha concluso il diplomatico iraniano.

I rapporti tra il movimento palestinese e l’Iran si sono ristabiliti da circa due anni, a causa della quasi rottura con una parte della dirigenza palestinese per divergenze legate alla questione siriana. All’interno di Hamas si sono verificate fratture tra l’ala militare delle Brigate Ezzeddin al-Qassam, rimasta fedele alla Repubblica Islamica, e una parte della dirigenza del partito filo-Qatar che ha sostenuto l’operato dei “ribelli” siriani.

Malgrado le gravi divergenze, l’Iran non ha mai fatto mancare il suo sostegno alla Resistenza palestinese. Nell’ultima aggressione israeliana le fazioni palestinesi hanno costretto al ritiro le truppe israeliane, infliggendo pesanti perdite all’esercito di Tel Aviv. Ciò è avvenuto grazie agli aiuti militari e non solo, arrivati da Iran ed Hezbollah.

di Giovanni Sorbello

lascia un commento

IlFaroSulMondo.it usa i cookies, anche di terze parti. Ti invitiamo a dare il consenso così da proseguire al meglio con una navigazione ottimizzata. maggiori informazioni

Le attuali impostazioni permettono l'utilizzo dei cookies al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le tue impostazioni dei cookies o cliccando "OK, accetto" nel banner in basso ne acconsenterai l'utilizzo.

Chiudi