Continua l’afflusso di terroristi nei campi palestinesi in Libano

Visualizzazioni : 34
Sidone – Panoramica del campo profughi di Ain al-Hilweh

di Giovanni Sorbello

Le vittorie militari ottenute sul campo da parte dell’esercito siriano hanno costretto alla fuga migliaia di terroristi, che hanno trovato una via di scampo nel vicino Libano, in particolare nei campi profughi palestinesi nel sud del Paese.

I servizi di sicurezza libanesi hanno ricevuto segnalazioni da parte di funzionari della sicurezza palestinese su un afflusso di un gran numero di miliziani del Fronte al-Nusra e dello Stato Islamico dell’Iraq e la Grande Siria (Isis) nei campi profughi palestinesi di Ain al-Hilweh e Rashidieh nel sud Libano, dove si stanno formando delle cellule armate di estremisti.

Isis e il Fronte al-Nusra sono stati pesantemente coinvolti nella guerra in Siria contro il legittimo governo del presidente Bashar Assad. Negli ultimi mesi si è scatenata una violentissima faida tra i vari gruppi terroristici attivi in Siria per la spartizione del territorio e soprattutto delle risorse.

Ad Ain al-Hilweh, il più grande campo profughi palestinese del Libano, si sono verificati diversi violenti scontri a fuoco tra fazioni rivali. Per far fronte a questo nuovo allarme, i funzionari palestinese hanno istituito una nuova forza di sicurezza d’elite per sorvegliare il campo ed evitare ulteriori escalation. I servizi di sicurezza temono che il campo possa essere coinvolto in ulteriori violenze a causa della sempre più numerosa e minacciosa presenza all’interno del campo di miliziani del Fronte al-Nusra.

Le forze di sicurezza libanesi stanno monitorando diversi cittadini di nazionalità siriana che si spostano regolarmente dalla città di confine di Arsal, nella zona est del Libano, nota per il suo sostegno ai “ribelli” siriani. Il timore è che possano scoppiare ulteriori scontri armati tra l’esercito libanese e i miliziani in fuga dalla Siria. Secondo le informazioni della sicurezza, i miliziani del gruppo Saifullah – di recente formazione – nelle ultime settimane hanno fatto il loro ingresso in Libano. I componenti di questo gruppo sono soprattutto di nazionalità siriana, egiziana e palestinese.

Infine, l’intelligence palestinese conferma che i gruppi islamisti palestinesi di Ain al-Hilweh sono pronti per un possibile conflitto armato con i “nemici” sciiti di Hezbollah. Di queste organizzazioni fanno parte Usbat al-Ansar, Jund al-Sham, Fatah al-Islam e altri gruppi salafiti sostenitori dello sceicco Ahmad al-Assir. Questi gruppi sono finanziati da alcuni Paesi del Golfo, Arabia Saudita in testa, tramite il partito libanese filo-occidentale “Future” della famiglia Hariri.

IlFaroSulMondo.it usa i cookies, anche di terze parti. Ti invitiamo a dare il consenso così da proseguire al meglio con una navigazione ottimizzata. maggiori informazioni

Le attuali impostazioni permettono l'utilizzo dei cookies al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le tue impostazioni dei cookies o cliccando "OK, accetto" nel banner in basso ne acconsenterai l'utilizzo.

Chiudi