Discover Iran

Belqeys, la cittadella ritorna a splendere

I resti della cittadella di Belqeys, la seconda fortezza in mattoni di fango più grande in Iran dopo la cittadella di Bam, registrata dall’Unesco, sono stati riportati alla struttura originale. 

La cittadella in rovina, a volte indicata come Shahr-e Belqeys (“La città di Belqeys”) si trova nella provincia nord-orientale del Khorasan. Si trova a breve distanza dalla città di Esfarayen. Il governo iraniano ha annunciato mercoledì un budget di tre miliardi di rial (circa 72mila dollari). 

Resti della cittadella, alloggi familiari, canali di irrigazione, una cisterna e una sala ipostila sono tra gli oggetti finora rinvenuti a Belqeys durante i round di scavi.

Dall’antichità ai tempi moderni, le mura difensive sono state spesso necessarie per la sopravvivenza delle città in un mondo in continua evoluzione di invasione e conquista.

Le fortezze furono progettate principalmente per difendere i territori in guerra e furono anche utilizzate per consolidare il dominio in una regione durante il tempo di pace.

Molte delle fortificazioni del mondo antico sono state costruite con mattoni di fango, spesso ridotte in cumuli di terra per gli archeologi di oggi.

di Redazione

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Back to top button
Close
Close

IlFaroSulMondo.it usa i cookies, anche di terze parti. Ti invitiamo a dare il consenso così da proseguire al meglio con una navigazione ottimizzata. maggiori informazioni

Le attuali impostazioni permettono l'utilizzo dei cookies al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le tue impostazioni dei cookies o cliccando "OK, accetto" nel banner in basso ne acconsenterai l'utilizzo.

Chiudi