68° anniversario della Nakba: torto storico inflitto al popolo palestinese

Visualizzazioni : 30

nakba

di Redazione

Nel giorno del 68° anniversario della Nakba, la catastrofe del popolo palestinese, data indelebile nella memoria palestinese e giorno sospeso alla liberazione, decine di palestinesi sono rimasti feriti o intossicati nella repressione israeliana.

Ottocentomila i palestinesi scacciati dalle proprie case nel 1948 dietro l’ondata terroristica delle bande ebraiche poi divenute esercito di Israele. Oltre 500 i villaggi cancellati dalle mappe e più di 15mila i palestinesi massacrati.

Venerdì 13 maggio i palestinesi hanno indetto marce di protesta in tutta la Cisgiordania, quest’anno con la Maratona del ritorno in bicicletta a Bil’in (Ramallah). Qui Israele ha ordinato l’arresto del coordinatore dei comitati di resistenza ‘Abdallah Abu Rahma insieme a un attivista internazionale. I manifestanti sono stati costretti a fare marcia indietro.

Le marce si sono tenute anche a Ni’lin, Nabi Saleh, Kafr Qaddum, Qalqilya e Striscia di Gaza e ovunque i palestinesi hanno marciato con striscioni e bandiere nere per ricordare la Nakba.

A Gaza un ragazzo è rimasto ferito mentre si avvicinava alla recinzione sul confine est e altri sono rimasti intossicati dai gas lacrimogeni lanciati dei militari israeliani.

Ancora a Gaza la Coalizione dei giovani dell’Intifada ha tenuto questa mattina una conferenza stampa per ribadire la strategia del Ritorno nei propri villaggi di provenienza e per esortare le fazioni alla riconciliazione e al dialogo. E’ stata chiesta inoltre per lunedì 16 maggio la chiusura di tutte le agenzie Onu in protesta al torto storico inflitto al popolo palestinese.

A Gerusalemme Israele ha impedito a numerosi autobus di far arrivare per visitare l’area sacra i palestinesi residenti nelle zone occupate nel 1948.

IlFaroSulMondo.it usa i cookies, anche di terze parti. Ti invitiamo a dare il consenso così da proseguire al meglio con una navigazione ottimizzata. maggiori informazioni

Le attuali impostazioni permettono l'utilizzo dei cookies al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le tue impostazioni dei cookies o cliccando "OK, accetto" nel banner in basso ne acconsenterai l'utilizzo.

Chiudi